Loading...

Vacanze a Marsa Matrouh

Vacanze a Marsa Matrouh

Categoria struttura
Prezzo

Esplora le migliori offerte al mare di questo mese!

Le spiagge di Marsa Matrouh

Marsa Matrouh è una città egiziana di circa 68 mila abitanti che si affaccia sul Mar Mediterraneo al confine con la Libia. Grazie all’acqua cristallina, che assume diverse tonalità di colore a seconda della profondità del mare, la sabbia finissima, i fondali irregolari e le spiagge bianche, la località egiziana è un’importante meta turistica dell’Egitto e si è guadagnata il titolo di "Caraibi del Mediterraneo”. Man mano che ci si allontana dal centro cittadino, le spiagge sono meno soggette al turismo di massa e risultano, dunque, ancora incontaminate.

A 40 chilometri da Marsa Matrouh si trova, per cominciare, Almaza Beach, traducibile in italiano con il termine "diamante”. La particolarità di questo lido risiede nella temperatura dell’acqua, che risulta di quattro gradi più calda rispetto alla media del Mediterraneo. I turisti ne apprezzano il fondale sabbioso e la posizione strategica, di facile accessibilità. La lista dei litorali continua con la spiaggia di Rommel, così chiamata in onore di un generale tedesco: soprannominato "la volpe del deserto”, Rommel sembrava prediligere proprio quella zona, dove nuotava ogni mattina negli anni della Seconda Guerra Mondiale.

Sebbene si estenda solo per una quarantina di chilometri, la spiaggia di Agiba, protetta da lunghe scogliere maestose, attira invece l’attenzione dei turisti grazie alle sue numerose grotte naturali. La lista dei lidi prosegue con la spiaggia di Gharam, a 17 chilometri della città. Si tratta della destinazione preferita dagli innamorati e, non a caso, il suo nome è traducibile in italiano con "costa dell’amore”. Va infine menzionata la spiaggia di Cleopatra, che si estende a meno di 10 chilometri dal centro cittadino. Questo lido è caratterizzato da una particolare conformazione calcarea che, scavata al centro dall’azione erosiva dell’acqua marina, ha dato vita a una sorta di vasca. La leggenda narra che Cleopatra l’avesse scelta per fare dei bagni rilassanti e per condividere, assieme a Marco Antonio, dei momenti di amore tra le bellezze del paesaggio. I resti di un palazzo ritrovati sulla collina opposta lasciano pensare, in effetti, che ci fosse perfino un passaggio nascosto per collegare la residenza della regina con la spiaggia oggi a lei dedicata.

Infine, le vacanze al mare a Marsa Matrouh sono l’ideale per gli appassionati di sport acquatici come il kitesurf e il windsurf, che possono essere praticati a più livelli sotto la supervisione di guide esperte. Nei pressi di Marsa Matrouh si trova anche un Water Park tra i più importanti del Paese, meta ideale per gli appassioni di giochi d’acqua.

Attrazioni e dintorni

Una vacanza a Marsa Matrou non è sinonimo soltanto di spiagge e mare, dato che la località egiziana è una città con un passato importante alle spalle. I libri di storia la indicano infatti come il luogo da cui Alessandro Magno salpò in direzione di Siwa, per consultare l’oracolo di Oman. I turisti possono rivivere un’atmosfera carica di storia e tradizioni visitando innanzitutto il mercatino libico, che si sviluppa al centro della città con prodotti tradizionali della Tunisia, Algeria, Libia e Marocco, assieme ai cibi tipici della zona, come datteri, spezie e olive.

La storia è la protagonista indiscussa anche del Museo di Rommel, dedicato al seguace di Hitler che, nel 1942, diede da qui le direttive per la battaglia di El Alamein (dove si trova, tra l’altro, un sacrario italiano in memoria dei caduti di guerra). Il museo è situato nelle grotte della spiaggia omonima e conserva svariati oggetti appartenuti al generale tedesco e donati dal figlio Manfred, come il cappotto in pelle, le mappe, gli appunti e il compasso.

Il patrimonio storico e culturale di Marsa Matrouh annovera inoltre la Moschea Principale, che vanta uno stile architettonico particolare: oltre ai tratti tipici delle costruzioni musulmane, presenta infatti degli elementi cristiani.

Non possono mancare siti archeologici con resti della civiltà egizia, tra i quali è possibile menzionare le rovine del Tempio di Ramses II, edificato attorno al 1200 a.C. e rinvenute a meno di trenta chilometri da Marsa Matrouh dall’archeologo Labib Habash nel 1942. Il sito, ricco di geroglifici, conserva, tra l’altro, i mattoni del muro di cinta della fortezza del faraone, eretto all’epoca a scopo difensivo, per proteggersi dalle popolazioni della Libia.

Gli amanti della natura, invece, possono visitare i 700 metri quadrati di superficie del parco nazionale di Omayed. In quest’area protetta crescono rigogliose piante tipiche della zona (alcune a rischio di estinzione) e si sviluppano dune costiere che si alternano a depressioni, altopiani e complessi calcarei.

A meno di cinque ore di distanza, nella depressione di Wadi Natrun, si trovano, infine, quattro dei sessanta monasteri costruiti dai cristiani copti nel corso dei secoli.

Informazioni utili

Il clima

Marsa Matrouh, nonostante goda di un clima mediterraneo (temperato nei mesi estivi e freddo in quelli invernali), è soggetta a un’accentuata escursione termica, con cali di temperatura considerevoli. I periodi suggeriti per chi intendesse trascorrervi le vacanze al mare sono tra maggio e ottobre, quando le temperature massime si concentrano tra i 20°C e 35°C, mentre le minime non scendono sotto i 10°C. Ad ogni modo, la calura dei mesi più caldi è mitigata dalla presenza di una brezza costante e piacevole, che garantisce il massimo riposo in spiaggia.

Organizzare il viaggio

La città di Marsa Matrouh può essere raggiunta con voli charter diretti (presso l’aeroporto militare della città) oppure facendo scalo ad Alessandria o a Il Cairo, dove si trovano per l’appunto i due maggiori aeroporti internazionali. Purtroppo, però, queste due grandi città sono piuttosto lontane: Alessandria è a 300 chilometri da Marsa Matrouh, mentre Il Cairo si trova a una distanza di 500 chilometri. La località balneare egiziana può essere raggiunta noleggiando un’auto o tramite diverse linee di autobus. Una volta giunti in città, invece, è consigliato, per motivi economici, l’impiego di taxi collettivi.

Altre mete

Quando si trascorrono le proprie vacanze a Marsa Matrouh, si può decidere di trascorrere intere giornate esclusivamente in spiaggia, ma è consigliato ritagliare del tempo per scoprire le bellezze dell’entroterra e dintorni. La città occupa, infatti, una posizione strategica che consente ai turisti di organizzare gite in numerosi luoghi d’interesse. Ad esempio, a 200 chilometri dalla città, si trova Es-Sallum, una località dove sono stati rinvenuti i resti dell’antica città romana. Coprendo una distanza di 300 chilometri si arriva, invece, ad Alessandria, dove l’architettura europea e mediorientale si fondono per dar vita a uno stile unico. Degni di nota sono la Biblioteca Alessandrina, di costruzione ellenistica, che ospita un numero enorme di libri e manoscritti, e il Serapeo, un tempio eretto in onore del dio Serapide.

Non può mancare una visita all’Oasi di Siwa, situata ai confini con la Libia e frequentata dai berberi. Qui si può entrare in stretto contatto con le tradizioni della popolazione nomade e godere dei benefici delle acque dell’oasi, celebri proprio per i loro poteri curativi. Ma la meta più quotata è senz’altro Il Cairo, a 500 chilometri da Marsa Matrouh. Qui sono raccomandate la visita al Museo Egizio, alle piramidi di Giza, ai mercati e al suq di Khan-el-Khalili, dove sono esposti gli oggetti più caratteristici dell’Egitto, come strumenti musicali, narghilè, profumi e prodotti in pelle.


DEBUG INFO:

Market: it

Page generated: 15.12.2017 11:17:48

TrackingEnabled: True

CachingEnabled: True

Page id: 7367

ExpediaTracking s_exp.pageName: MEDIAL/vacanze-mare/egitto/marsa-matrouh