Loading...

Vacanze a Emirati Arabi

Vacanze a Emirati Arabi

Categoria struttura
Prezzo

In questo periodo dell’anno non ci sono offerte disponibili per questa destinazione. Si prega di selezionare un’altra destinazione o modificare le impostazioni del filtro.

Vedi tutte le altre offerte per Emirati Arabi

In questo periodo dell’anno non ci sono offerte disponibili per questa destinazione. Si prega di selezionare un’altra destinazione o modificare le impostazioni del filtro.

Vedi tutte le altre offerte per Emirati Arabi

Esplora le migliori offerte al mare di questo mese!

Le spiagge degli Emirati Arabi

A rendere gli Emirati Arabi un’amata meta per le vacanze al mare è la sua costa orientale, che, bagnata dall’Oceano Indiano, offre molteplici lidi dallo splendore unico.

Cominciando con la città di Dubai, le spiagge più frequentate sono quelle di Jumeirah, dove si ergono, tra l’altro, la gran parte dei palazzi della città. Tra i lidi dall'accesso gratuito merita di essere menzionato, invece, Umm Suqeim, che, pur mancando d’ombra (non sono presenti le palme di Jumeirah Beach), trae vantaggio dalla vicinanza al Burj Al Arab, il celebre hotel a forma di vela. Ciò comporta, però, anche un maggior numero di visitatori e dunque un sovraffollamento. Tra l’altro, proprio l’aumentato afflusso di turisti ha spinto alcuni albergatori ad adottare una navetta per porre rimedio, in qualche modo, alla posizione degli alberghi in seconda linea, dato che sono poche le strutture ricettive che possono avvalersi dello spazio direttamente in riva al mare.

La capitale Abu Dhabi gode di un lungomare che, con i suoi sette chilometri, offre la possibilità di lunghe e rilassanti passeggiate. Le stazioni balneari più conosciute sono Mirfa Beach, l’unica spiaggia attrezzata della costa occidentale, e la giovane Yas Beach. Non vanno dimenticati nemmeno i 400 metri di spiaggia pubblica dell’Isola di Saadiyat che, posizionata a meno di dieci minuti da Abu Dhabi, ospita resort di lusso ed è dotata di ogni comfort.

Persino le aree meno conosciute del Paese hanno trovato il modo di valorizzare il proprio litorale. Il piccolo Emirato di Ajman, ad esempio, è oggi apprezzato per i suoi 16 chilometri di spiaggia, bagnata da acque trasparenti e costeggiata da alte palme. I fondali di Sharjah, ricchi di coralli variopinti, e l’acqua piacevolmente calda sono invece un forte richiamo per gli appassionati di discipline acquatiche, come ad esempio l’immersione e lo snorkeling. Analogamente Fujairah, l’unico emirato che si affaccia sul Golfo di Oman anziché sul Golfo Persico, è stato interessato da un aumento esponenziale del turismo per via di alcune sue spiagge come Al Aqah Beach, famosa per la presenza di coralli colorati e di una grande quantità di pesci esotici.

Sono da scoprire, infine, l’isola di Siniyah, nota per i fitti cespugli di mangrovia, e la laguna di Khor Kalba, la cui mangrovia include i paletuvieri più antichi del Paese e dove è possibile ammirare razze di uccelli molto rare, come il martin pescatore dal collo bianco.

Attrazioni

Gli Emirati Arabi conservano molteplici testimonianze della cultura e religione islamica, le quali si sono radicate con forza sul territorio nel corso dei secoli. Ad esempio, Abu Dhabi, con i suoi grattacieli, presenta un assetto estremamente moderno, ma il mercato dell’oro di Madinat Zayed, la maestosa mosca di Sheikh Zayed e la vivacità dei suoi suq si fanno portavoce delle tradizioni del passato. Allo stesso modo, la residenza dei membri della famiglia reale, il Qasr Al-Hosn, eretto più di due secoli fa, costituisce un’importante testimonianza della storia nazionale. La stessa Dubai, che con le sue imponenti costruzioni, come il Burj Al Arab, insegue il mito della modernità, è comunque ricca di monumenti che riportano alla luce i più antichi usi e costumi del mondo arabo. Tra quest'ultimi, va segnalato il Museo cittadino, ubicato all’interno della fortezza di Al Fahidi, in un edificio costruito con materie prime tipiche della zona (pietre, foglie di palma e terracotta), secondo gli stilemi dell’architettura locale. Ha seguito lo stesso percorso la città di Sharja che, pur essendosi modernizzata, ha preservato alcuni cimeli storici, quali alcune antiche iscrizioni del Corano. Inoltre, per coloro che intendono trascorrere le proprie vacanze negli Emirati Arabi, è bene segnalare Al-Ain, sviluppatasi ai piedi dell’alto monte Jebel Hafeet, in prossimità dell’oasi di Buraimi, una delle oasi più grandi del Paese. Ad Al-Ain, è vivamente consigliata una visita al museo nazionale, che offre una panoramica non solo su importanti reperti archeologici, ma anche su oggetti, costumi e tradizioni degli Emirati Arabi.

Infine, le famiglie con bambini possono approfittare dell’acquario di Dubai (The Dubai Acquarium and Underwater Zoo) o del parco divertimenti Kidzania per far divertire i propri figli. Entrambe le strutture sono situate in prossimità del rinomato Dubai Mall, uno dei centri commerciali più grandi al mondo. Rivestono un vivo interesse per i più piccoli anche il parco a tema Ferrari World, costruito ad Abu Dhabi, e le divertenti ed avventurose escursioni tra le grandi dune di sabbia del Paese. E se ciò non bastasse, è possibile assistere a corse di cammelli organizzate ai confini tra città e deserto oppure ammirare da vicino, presso l’osservatorio di uccelli ad Umm Al-Quwain, esemplari quali fenicotteri, aironi, cormorani, piviere e gabbiani.

Informazioni utili

Il clima

Il periodo più indicato per godersi le vacanze al mare negli Emirati Arabi va da novembre ad aprile, dal momento che in questo periodo le temperature non raggiungono gli alti picchi dell’estate, consentendo ai turisti di visitare il Paese con maggiore tranquillità, senza il rischio di soffrire per colpa dell’eccessiva calura. Nei mesi estivi, infatti, la colonnina di mercurio può arrivare a toccare i 40°C e, nelle città di Dubai e Abu Dhabi, si alza, per giunta, il tasso di umidità. La situazione migliora sulle montagne che sovrastano Ras Al-Khaimah o nelle città costiere come Khor Fakkan e Fujairah, dove il caldo è attenuato dalle leggere brezze che soffiano sui litorali. Infine, è bene ricordare che il Paese è quasi interamente occupato dalle sabbie del deserto e ciò determina accentuate escursioni termiche. Le zone di confine tra città e deserto, come Al-Ain, possono infatti diventare molto fredde. Le precipitazioni, invece, sono molto rare: nel periodo estivo sono del tutto inesistenti, mentre nel resto dell’anno le piogge possono presentarsi solo sporadicamente. La temperatura media annua spazia, in definitiva, dai 22°C ai 30°C.

Organizzare il viaggio

Gli Emirati Arabi si rivelano facilmente accessibili grazie alla presenza di diversi aeroporti sul suo territorio, localizzati, per la precisione, ad Abu Dhabi, Dubai e Sharjah. Sono, poi, presenti alcuni aeroporti internazionali, adibiti a voli charter, anche a Fujairah, Al-Ain e Ras Al-Khaimah. Partendo dalle maggiori città europee, Abu Dhabi e Dubai possono essere raggiunte da voli giornalieri, forniti essenzialmente dalle compagnie del Paese: l’Emirates Airline e l’Etihad Airways. In alternativa, gli Emirati possono essere raggiunti in traghetto: ad esempio, la compagnia iraniana Valfajr-8 gestisce due tratte settimanali della durata di dodici ore. Una volta giunti a destinazione, dato che negli Emirati non sono presenti voli interni, è consigliabile affittare una vettura per esplorarne il territorio. Sono altrimenti disponibili autobus che, su un’unica linea, viaggiano per tutti gli Emirati. Chi viaggia a Dubai può, poi usufruire della metropolitana, inaugurata nel 2009 e progettata per servire oltre 40 stazioni e coprire una lunghezza complessiva di 70 km: tra le linee più importanti è bene ricordare quella rossa, che va da Jebel Ali all’aeroporto, e la linea verde, che unisce Al Rashidiya al centro cittadino.


DEBUG INFO:

Market: it

Page generated: 18.10.2017 11:13:26

TrackingEnabled: True

CachingEnabled: True

Page id: 7363

ExpediaTracking s_exp.pageName: MEDIAL/vacanze-mare/asia/emirati-arabi